“I veri ribelli studiano”

Scritto da: Paola Mastrocola
Fonte: http://www.nonsprecare.it/importanza-studio-cultura-giovani-paola-mastrocola

Nell’ultimo libro della scrittrice-insegnate si rovescia il paradigma. Un tempo i contestatori respingevano lo studio, adesso che siamo nell’era dell’ignoranza di massa, il vero ribelle è il giovane che studia. Con passione e con responsabilità.

L’IMPORTANZA DELLO STUDIO E DELLA CULTURA

Un tempo, per esempio durante tutti gli anni della contestazione studentesca, chi si ribellava allo status quo, chi voleva mostrare il volto del rivoluzionario, sceglieva la strada più diretta: negare la funzione dello studio alla sua radice. E magari chiedere una promozione a scuola o un voto minimo all’università, il 18, gratuito, ope legis.

LEGGI ANCHE: Serve più cultura umanistica (Fareed Zakaria)

IMPORTANZA DELLO STUDIO PER I GIOVANI –

Nell’era dell’ignoranza, e ignoranti lo siamo diventati parecchio, invece il paradigma si rovescia, e il vero, autentico ribelle, è colui o colei che studia. Con rigore, passione, responsabilità. Paola Mastrocola, scrittrice ma prima ancora insegnante liceale di lungo corso, ci racconta questo capovolgimento di fronte nel suo ultimo libro, La passione ribelle (edizioni Laterza), molto efficace nella narrazione.

IL VALORE DELLO STUDIO –

L’ignoranza, che nasce anche dal non studiare, in fondo è piuttosto celebrata dalle nuove fonti della conoscenza. La tv, il web, i social. Qui conta l’approssimazione dell’attimo fuggente, il presentismo, e conta una certa sottocultura dell’apparire che non riconosce valore all’essere. Il ribelle invece studia, si prepara e si oppone alla decadenza dell’ignoranza. Rivalutando così non solo la sua personale conoscenza, ma la stessa funzione della scuola. Laddove, questo dovrebbe essere chiaro alle nuove generazioni, senza competenza, e quindi senza conoscenza, sarà sempre più difficile trovare lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA