Che fine ha fatto la Green Economy di Obama?

Scritto da: Daniele
Fonte: http://www.soloecologia.it/19112012/che-fine-ha-fatto-la-green-economy-di-obama/4722

Non è sfuggito ai giornalisti che hanno a cuore il bene dell’ambiente il fatto che, mentre quattro anni fa la campagna elettorale di Barack Obama era stata caratterizzata dall’enfasi sulla Green economy, in quest’ultimo anno il neoeletto presidente ha praticamente tralasciato qualunque riferimento all’ecologia. C’è un motivo ben preciso per questo fatto: si stima che nel 2015 gli Stati Uniti raggiungeranno l’autosufficienza energetica nel settore del gas – soprattutto grazie alle nuove possibilità di estrazione di gas naturale dalle rocce scistose (shale gasin inglese). Entro il 2020 gli USA raggiungeranno l’autonomia anche nel settore del petrolio, mediante innovative tecnologie di trivellazione che rendono sfruttabili giacimenti in passato inaccessibili e ampia disponibilità di questo tipo di depositi, sia negli Stati Uniti che in Europa.

Lo scenario è rivoluzionario e contiene sia pro che contro. I vantaggi sono principalmente di tipo economico: i paesi dell’Occidente saranno sempre meno dipendenti dai paesi produttori di petrolio, nazioni arabe, africane e Russia – tutti regimi politicamente difficili da gestire. Dopo cinquant’anni di potente influenza da parte dei paesi del Golfo e l’Occidente sarà meno propenso a utilizzare le armi per garantirsi il controllo delle fonti energetiche come è avvenuto in passato.

Gli svantaggi sono invece ovviamente di tipo ambientale: continueremo con l’uso massiccio di combustibili fossili e diminuiranno gli incentivi alla ricerca e all’utilizzo delle fonti rinnovabili. L’attenzione e l’interesse sulle fonti alternative deve però essere mantenuta forte e viva, con massicci investimenti di capitali che evitano l’ulteriore regresso del Pianeta verso maggiore inquinamento, maggiori emissioni di gas serra e di conseguenza un riscaldamento globale dalle conseguenze irreversibili.