Nuovo Ordine Egiziano

Fonte: http://freeskies.over-blog.com/

Che senso ha dimostrare a rischio della propria vita nelle piazze quando il risultato è la sospensione dei principi costituzionali e l’instaurazione della legge marziale? Perché la stampa di regime, senza eccezioni, ha salutato con slancio la ‘presa di coscienza’ dei cittadini egiziani quando è evidente l’opposto: un oscuramento della ragione verso una concitazione motoria che ha portato solo danni economici ingentissimi al paese in prospettiva di futuro assai incerta? Perché la stampa di regime sottolinea, con chiare doti di preveggenza, il carattere temporaneo della dittatura militare egiziana? Cosa devono dirci ed a quale fine? Questo blando cambio al vertice in Egitto (Mubarack infatti era un generale dell’esercito e ci domandiamo quindi cosa sia cambiato nella sostanza) come si inscrive nella strategia verso il nuovo ordine mondiale? Rimane il fatto tragico di una popolazione ignara spinta con astuzia alla sommossa e caduta in un incubo fatto di carrarmati nelle piazze e leggi speciali. Un esempio negativo da tenere bene a mente. E’ evidente che non si possa cambiare un paese sostituendo una persona al potere con un’altra, anche perché, spesso, la persona visibilmente responsabile di un governo non è poi quella che detiene realmente il potere che va cercato quindi ed evidentemente altrove.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.