PARANORMALE

Scritto da: Michele Morettini
Fonte: http://www.daltramontoallalba.it/paranormale/index.htm

Paranormale. Parola spesso abusata. Tutti sono in grado di rispondere alla domanda: “Cos’è il paranormale?”… almeno senza pensarci. La risposta che tutti darebbero è: “Il Paranormale è tutto ciò che non è normale”. Perfetto. La risposta è talmente sensata da non aver affatto senso. Infatti la domanda che immediatamente nasce è “Ma allora che cos’è il Normale?”. A questa domanda molto pochi sanno dare una risposta sensata.

Proviamo quindi a cercare la soluzione nel vocabolario. Cerchiamo “Paranormale” nel Dizionario “De Mauro” che cita testualmente:

1 – med:, di fenomeno, che non rientra pienamente nella normalità pur non essendo anomalo;

2 – parapsic., di fenomeno, esperienza, conoscenza, non spiegabile in base alle normali forme di percezione sensoriale e non riconducibile a leggi fisiche o a criteri scientifici propri della psicologia e della psichiatria – tutto ciò che non rientra nei fenomeni fisici e psichici normali.

La prima definizione dice tutto e non dice nulla. Come può un fenomeno non rientrare nella normalità e non essere però anomalo? La seconda definizione invece rispecchia maggiormente un tentativo di spiegazione. Ma, come si può intuire, il testo tenta di dare una spiegazione al Paranormale analizzando ciò che invece è il significato opposto di Normale. Se poi leggiamo la conclusione del testo ci accorgiamo che addirittura il Dizionario della Lingua Italiana da le stesse risposte che ognuno di noi darebbe a questa domanda, come testè riportato all’inizio di questa prefazione (tutto ciò che non rientra nei fenomeni fisici e psichici normali). A questo punto ci accorgiamo che per dare una risposta significativa alla domanda “Cos’è il Paranormale?” dobbiamo innanzitutto cercare la risposta alla domanda “Che cos’è il Normale?”. Poniamoci questa domanda e scopriremo che è ben più impegnativa della precedente. Cercando sempre nel Dizionario scopriamo che la parola “Normale” ha circa 16 definizioni differenti. Escludendo le definizioni a carattere tecnico, possiamo riportare quelle nel nostro caso più significative. Leggiamo la prima di esse: “2:, di qualcuno sano di mente, non stravagante: persona n., quell’uomo non è n.” Beh… questa frase si commenta da sola…Leggiamo la seconda definizione: “2a agg., consueto, usuale, ordinario; non caratterizzato da eventi eccezionali”. Quindi Normale è consueto, usuale, ordinario…

ma queste cose sono molto soggettive: le consuetudini di ognuno sono personali e quindi non possono essere generalizzate. Ma noi abbiamo bisogno di una definizione Generale del termine Normale. Qualcosa che possa andare bene a tutti. Analizziamo perciò la seconda parte della definizione: “non caratterizzato da eventi eccezionali”. Siamo sempre li. Che cosa può generare un’eccezione? Che cos’è un’eccezione? Ecco un’altra bella domanda a cui sarebbe molto interessante trovare una risposta. Cerchiamo Eccezione nel Dizionario. “1 – fatto, situazione, caso che esce dalla norma, dalla regola; 2 – , forma che si discosta dallo schema più comune.” Per cui Eccezione è un qualcosa che va aldilà della regola e della norma imposta. Eccezione è una “Forma che si discosta dallo schema più comune, dalla regola comune”.  Dunque “Normale” è la negazione di “Eccezione” e “Paranormale” è la negazione di “Normale”… Incredibile! Abbiamo trovato in “Eccezione” la definizione più corretta di “Paranormale”! E di conseguenza la definizione più corretta anche di “Normale”! Dunque possiamo asserire che, secondo il dizionario della lingua italiana, “Normale” è uno schema mentale generalizzato più o meno imposto o impostato. “Paranormale” dunque è tutto ciò che esula da questo schema mentale generale. Se poi riprendiamo la definizione di “Normale” corrisposta alla definizione di “Eccezione” possiamo individuare un’altra definizione di “Normale”. Se “Normale è tutto ciò che non è Eccezione” e “Eccezione è un qualcosa che esula dalla regola e che va oltre le leggi” Possiamo definire “Normale” anche “l’insieme delle regole e delle leggi (nel nostro caso fisiche e psichiche) create dagli uomini fino ad oggi”. Finalmente possiamo dare una risposta sensata alla nostra iniziale domanda: “Cos’è il Paranormale?”: “Paranormale è tutto ciò che esula (e che invalida) l’insieme delle regole e delle leggi fisiche e psichiche create dall’uomo fino ad oggi”. Accettando questa definizione come la più plausibile possiamo constatare come il Paranormale sia davvero di grande importanza per l’evoluzione e lo sviluppo dell’Umanità. E’ infatti fin dalla notte dei tempi che l’uomo si sviluppa e si evolve proprio mettendo in dubbio e cercando eccezioni nelle proprie regole e leggi più comuni. E’ proprio perfezionando le proprie regole e le proprie leggi che l’Uomo può salire la scala dell’evoluzione dell’Illuminazione.

Chi nega il Paranormale nega il proprio stato evolutivo, crede di possedere la Verità Assoluta e di essere giunto al massimo grado di evoluzione di perfezione. Nulla di più errato. Se, infatti, una regola ammette eccezioni, significa che, almeno in parte, essa è errata e quindi imperfetta. Se l’uomo avesse l’umiltà di accettare i propri limiti e disponesse di un’apertura mentale tale da vedere aldilà di essi, il Paranormale, cosi come lo intendiamo oggi, non esisterebbe perché farebbe parte della Normalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.