Come “stampare” una bicicletta in nylon

Fonte: http://ilporticodipinto.it/

EADS, una grande azienda europea che lavora nel settore aereospaziale e della difesa, ha presentato la prima bicicletta al mondo, realizzabile autonomamente con un processo di “stampa” che utilizza un particolare materiale a base di Nylon.

Conosciuta con il nome di “Airbyke”, è fatta di un materiale così resistente da essere paragonabile all’acciaio, e non richiede manutenzione o montaggio. Può essere costruita in maniera personalizzata sulle specifiche del ciclista e non richiede aggiustamenti.

Questo processo di processo di produzione potenzialmente rivoluzionario è conosciuto come ALM (“Additive Layer Manufacturing”, “Fabbricazione a strati aggiuntivi”). Permette di costruire prodotti a partire da una polvere di metallo (come titanio, acciaio inossidabile o alluminio), nylon e plastica rinforzata da carbonio. Simile al concetto di “stampa 3D”, il progetto della bicicletta viene perfezionato attraverso l’uso di software e poi realizzato usando un processo che sfrutta un potente laser sintering1 che aggiungendo strato dopo strato arriva ad ottenere la bicicletta completa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.