PRIMA DI TROVARE LE RISPOSTE BISOGNA PORSI LE DOMANDE…

Scritto da: Luciano Gianazza
Fonte: http://www.medicinenon.it/

lucianoSembra ovvio eppure pochi si pongono le domande giuste riguardo alla propria salute. Cosa sono in realtà le medicine? Perché funzionano? Che cosa fanno al nostro corpo, alle nostre emozioni, alla nostra mente? Se non lo sai, questo è il tuo sito.

Viviamo in un’era difficile. La tecnologia avanza, possiamo portare ogni angolo del mondo nella nostra stanza con un computer e una linea telefonica. I mass media informano di tutto e su tutti. Assimiliamo tutto con facilità, ma non sempre ci prendiamo la briga di verificare ciò che ci viene detto. Molto spesso le informazioni che riceviamo non hanno reale fondamento, lo crediamo solo perché chi le fornisce spesso è un Esperto o una Autorità. Ma interessi economici di vasta portata spesso non coincidono con il benessere dell’individuo.

MEDICINENON si prefigge di rimuovere falsa informazione per poi fornire quella corretta.

Oggi la salute è diventata un soggetto molto complesso e articolato. In effetti la scienza ufficiale non ottiene risultati definitivi, non risolve le malattie. Un determinato soggetto deve la sua complessità all’introduzione di arbitrari, bugie, teorie che non sono applicabili. La verità è semplice. Un soggetto difficile, complicato contiene molta falsità. La medicina ortodossa e dogmatica non raggiungerà mai dei risultati apprezzabili perchè non indirizza il suo operato alla causa della malattia, ma si limita alla scomparsa dei sintomi. Tale scomparsa è temporanea perché la causa che ha prodotto quei sintomi non è stata rimossa. Il motivo per cui l’industria della salute agisce così è perché lo spettacolo deve continuare, le ditte farmaceutiche devono mantenere alta la produzione dei farmaci, i chirurghi devono tagliare, gli psichiatri devono sedare.

Le multinazionali delle derrate alimentari usano additivi e conservanti che potrebbero venire usati per imbalsamare. I loro prodotti devono durare tanto tempo sugli scaffali dei supermercati. Ma quando entrano nel nostro corpo fanno apparire vari sintomi e se ricorriamo al medico, pensando di essere ammalati, ci prescriverà medicine e il gioco continua.

Il cibo ha un ruolo fondamentale nel produrre uno stato di salute o di malattia. Ma anche se una persona si nutrisse del cibo migliore che esiste sarebbe a metà strada. L’altra metà consiste nell’agire secondo i propri principi e ciò che si ritiene giusto. Se, per esempio, ritengo che non sia giusto che vengano violati i diritti dell’Uomo e quando vengo a conoscenza di tali violazioni non faccio nulla a riguardo, la salute potrà essere compromessa. Le malattie nascono prima nell’anima e poi si manifestano anche nel corpo. Ma siamo sempre noi che piantiamo il seme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.